Murales e arte contemporanea. Quando le categorie vanno a discapito del buonsenso.

 murales e artemurales e arte

Murales in periferia a Torino e opera d’arte contemporanea esposta in galleria. Il primo è illegale, la seconda è quotata. Esempio di regole che sforano il buonsenso.

 

Parlare del problema della magistraturain Italia non è certamente risolvibile con un post, forse neppure con un trattato. murales e arte Per questo motivo, “Il pugno di Renzo” ospita unna sezione apposita, dove via via verranno analizzati diversi argomenti inerenti al tema, di modo da auspicare un quadro informativo completo e nello stesso tempo in continua evoluzione, a seconda degli episodi e quesiti in cui si trovano, che per quel che riguarda i magistrati, è senz’altro di forte privilegio, detto privilegio reso ancora più granitico dall’essere sconosciuto ai più. Tutti infatti abbiamo sotto gli occhi ogni giorno la condizione di grazia della classe politica, o dei fortunati che individuiamo come personaggi pubblici, ma proprio la loro murales e arte condizione di personaggi pubblici li rende controllabili. Invece, per quel che riguarda la casta dei magistrati, ci troviamo di fronte a un potere incontrollabile perché nascosto: quello che succede all’interno dei tribunali è inaccessibile e i maneggi segreti restano c Occorre tenere presente un dato basilare: salvo pochissime persone dotate di moralità fuori dal comune, chi si trova in una situazione di vantaggio ha tutto l’interesse ad attivarsi per conservarla. E i magistrati, di vantaggi,  murales e arte ne hanno tanti, che non basterebbe lo spazio a elencarli qui, basti pensare a ferie lunghissime, orari di lavoro ridotti e lauti stipendi. Indagini recenti mi hanno portato a conoscenza del caso della moglie di un giudice defunto che percepisce una murales e arte pensione di reversibilità netta di € 7000, senza aver mai lavorat
Qui di seguito i tre problemi principali che rendono la magistratura italiana un sistema dannoso. murales e arte
1) CARRIERA murales e arte
La carriera di un pm evolve in base alle azioni compiute, indipendentemente dal fatto che portino a una soluzione corretta del caso. Il magistrato verrà promosso e salirà di livello a seconda di quante azioni penali eserciterà, quindi richieste di custodia cautelare, indagini accusatorie, appelli contrari alle assoluzioni murales e arte . Pur sapendo di essere in errore,  murales e arte non è conveniente fermare un procedimento, ma occorre mettere in atto tante più azioni possibili, utilizzando tutti i cavilli. Allo stesso modo i giudici dovranno accordarsi murales e arte preventivamente in modo da ottenere un certo numero bilanciato di assoluzioni e condanne, di modo da dimostrare l’efficacia del sistema. Tali accordi vengono presi spesso a prescindere dal dibattimento, di modo da portarsi avanti col lavoro. murales e arte

 

2) NON PUNIBILITA’
Questo aspetto è collegabile direttamente al primo: un magistrato porta avanti la propria carriera senza temere conseguenze in caso di errore. Difatti contano le azioni esercitate e non il fatto che queste siano giuste o sbagliate. murales e arte Cosa che non avviene assolutamente per altre categorie di professionisti, pensiamo ai medici, che oltretutto devono detrarre dai loro stipendi una quota assicurativa consistente che serve a coprire eventuali spese le responsabilità in caso di danni ai pazienti. Eppure, la salute è questione ben più insidiosa e difficile dell’applicazione delle leggi. murales e arte

3) DISCREZIONALITA’
Troppo margine di valutazione soggettiva è concesso murales e arte ai giudici nell’emettere una sentenza, che per essere equa dovrebbe tassativamente basarsi su dati oggettivi, identici per tutti. Invece frequenti sono i casi di valutazioni dell’accusato, sulla base della simpatia, del carattere, o anche sull’umore del momento del giudice. A Torino ce n’è una che se ha le ferie a breve non manda nessuno in custodia cautelare, perché è contenta; se le ferie sono lontane li manda tutti. murales e arte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *